Patrimonio e collezioni

La Biblioteca Iuav provvede alla conservazione, acquisizione e diffusione del patrimonio bibliografico e documentale al fine di rispondere alle esigenze didattiche e di ricerca di studenti, ricercatori e docenti dell'Università Iuav di Venezia.
La Biblioteca possiede una delle più rilevanti raccolte italiane di architettura, arti figurative, moda e design, urbanistica, pianificazione e scienze sociali. A questa si aggiungono altre importanti collezioni, in settori disciplinari correlati, che comprendono soprattutto opere di edilizia, ingegneria civile, restauro, paesistica e cartografia.

Notevole valore storico e documentario rivestono i Fondi librari speciali: il Fondo Palazzoli sulla storia della fotografia, il Fondo Bon prevalentemente dedicato al graphic design, il Fondo Sardi e il Fondo Wenter Marini rispettivamente costituiti dalle biblioteche private degli architetti Francesco Sardi (1863-1913) e Giorgio Wenter Marini (1890-1973), il Fondo Labò, fondo bibliografico di notevole valore, testimonianza di parte degli interessi e degli studi affrontati dall'architetto nel corso della sua poliedrica attività di intellettuale sensibile e rigoroso professionista, il Fondo Astengo che comprende un archivio bibliografico e documentale di insostituibile pregio e costituisce un punto di riferimento di eccellenza per chiunque voglia ripercorrere l'intensa attività intellettuale di Giovanni Astengo. Estremo interesse riveste il Fondo Zannier di proprietà della Fondazione di Venezia, ma ospitato presso la Biblioteca in comodato d’uso: si tratta di una straordinaria collezione di libri e periodici di fotografia appartenuta a Italo Zannier, fotografo e critico italiano di fama internazionale, nonché docente universitario di storia e tecnica della fotografia.
In Biblioteca sono inoltre disponibili una collezione di opere antiche, rare e di pregio, l’archivio delle tesi e i testi delle bibliografie dei corsi.

Negli anni 2009 - 2015 è confluito nella biblioteca l’intero patrimonio delle ex biblioteche dipartimentali, completando la concentrazione delle collezioni bibliografiche nel polo bibliotecario unico dei Tolentini, in base a un progetto di razionalizzazione e armonizzazione di tutto il patrimonio bibliografico Iuav (in attuazione di quanto deliberato dal senato accademico il 10 settembre 2014) che ha comportato una complessa operazione di aggiornamento, selezione, fusione e riallestimento delle sezioni a scaffale aperto.
L'obiettivo è di presentare e valorizzare il patrimonio bibliografico Iuav in tutta la sua ricchezza e potenzialità e di facilitarne la fruizione con la maggiore attenzione alle attuali esigenze degli indirizzi didattici e di ricerca. 

Il patrimonio ammonta a circa 200.000 volumi (di cui 34.000 circa a scaffale aperto) e comprende una vasta raccolta di periodici (oltre 3550 titoli in abbonamento, su carta o in formato elettronico, di cui circa 600 a scaffale aperto) che rappresenta la produzione editoriale italiana e di altri paesi, nei principali settori di interesse.