Fondi librari speciali

Fondo Giovanni Astengo 
Il fondo raccoglie la cospicua biblioteca privata di Giovanni Astengo (1915-1990): oltre 2.200 volumi documentano la formazione intellettuale e l'intensa attività professionale del celebre urbanista e docente universitario. La copertura disciplinare è molto vasta e consente di spaziare dalle materie artistiche a quelle filosofiche, da quelle politiche a quelle sociologiche, da quelle storiche a quelle economiche. Molte pubblicazioni riguardano la pianificazione urbanistica e i piani regolatori di varie città italiane.

Fondo Mario Labò
E' costituito da una parte significativa della biblioteca personale dell’architetto genovese Mario Labò (1884-1961), insigne studioso di problemi urbanistici e attivo esponente del movimento razionalista. Comprende circa 600 volumi, tra cui numerosi trattati di architettura e un consistente numero di opere antiche, rare e di pregio.

Fondo Paolo Bon & C.
Fondo di libri e riviste che documentano l'attività dello Studio grafico pubblicitario e agenzia pubblicitaria Bon (di Paolo Bon & C.) di Mestre, negli anni 1967-2009

Fondo Agostino Nardocci
Fondo di libri e riviste appartenuti a Agostino Nardocci (1942-1996), che documentano l’editoria italiana degli anni ’50-‘90 relativamente alle principali opere classiche di economia, politica e sociologia.

Fondo Daniela Palazzoli
Il fondo è dedicato alla storia della fotografia e ai suoi protagonisti, dalle origini al 1980 circa, e comprende oltre 1.700 volumi raccolti da Daniela Palazzoli nel corso della sua carriera di studiosa e docente. 

Fondo Giovanni Sardi
Raccoglie soltanto una parte pervenuta in dono (circa 500 volumi) della biblioteca personale dell'architetto veneziano Giovanni Sardi (1863-1913). Oltre a libri e periodici di arte e di architettura, sono presenti manuali di scienza delle costruzioni e dei materiali, testi di idraulica e alcune opere sull’architettura veneziana.

Fondo Giorgio Wenter Marini
Il fondo è costituito dalla biblioteca privata dell’architetto e pittore Giorgio Wenter Marini (1890-1973). Gli ambiti disciplinari di riferimento sono quelli delle arti figurative e delle arti applicate, con particolare riguardo alle forme espressive del modernismo e degli altri movimenti artistici dei primi decenni del ‘900. Comprende circa 1.200 volumi, di cui molti in lingua tedesca.

Fondo Italo Zannier
Il fondo, di proprietà della Fondazione di Venezia e ospitato temporaneamente presso la Biblioteca Iuav, comprende una straordinaria collezione di opere di fotografia appartenuta a Italo Zannier, fotografo e critico italiano di fama internazionale, nonché docente universitario di storia e tecnica della fotografia. Ne fanno parte oltre 8.000 volumi raccolti in più di 50 anni di studio e di ricerca. Tra le opere di maggior pregio vi sono molti classici italiani e stranieri sulla storia della fotografia, numerosi manuali di tecnica fotografica e i cataloghi di mostre. Di notevole interesse anche la raccolta di periodici specializzati pubblicati in Italia e all’estero.